“Questo non lo mangio!” – Come affrontare i capricci a tavola dei bambini

So che sono parecchi i genitori che incontrano difficoltà varie nel proporre e far accettare un’alimentazione varia ed equilibrata ai propri bambini.

Rifiuti e proteste a tavola sono un’arma molto efficace per ottenere attenzione, sviluppare atteggiamenti prepotenti, mancare di gratitudine verso il cibo e chi lo ha preparato.
Un comportamento di cui, in buona parte, siamo responsabili noi genitori ogni volta che permettiamo a nostro figlio di usare il cibo per ricattarci. Spesso, infatti, il bambino che si rifiuta di mangiare

(e ancor prima di assaggiare) altre pietanze al di fuori delle poche, solite da lui selezionate, può permettersi di farlo a causa di un nostro approccio educativo non corretto in campo nutrizionale.

Se cadiamo nella trappola di cedere ai suoi capricci temendo mostruosi sensi di colpa per non averlo nutrito a sufficienza e lasciato morir di fame da un giorno all’altro, mettiamo in moto un meccanismo perverso in cui saremo facile preda delle sue minacce. Insomma, per educare il bambino ad assaporare ogni tipo di piatto (con il buon senso di non forzare su qualche alimento a lui proprio indigesto) e vivere con piacere lo stare a tavola insieme alla famiglia, dobbiamo prima educare noi stessi a gestire le nostre emozioni legate al cibo e adottare un comportamento alimentare appropriato.

Educare a un rapporto sano col cibo i bambiniNon dimentichiamo che educhiamo o diseduchiamo il nostro senso del gusto in base ai sapori che  proponiamo ogni giorno al nostro palato: se, ad esempio, siamo abituati a mangiare molto salato, ridurre poco a poco la dose di sale nelle pietanze ci porterà, in breve, a non apprezzare più i cibi troppo sapidi.
Lo stesso vale per i bambini: meno proponiamo alcune pietanze per timore che siano poco gradite, meno svilupperanno il gusto di apprezzarle; più abituiamo, invece, i nostri figli a variare alimenti, menù e stili di cottura, più saranno capaci di gustare con piacere ogni piatto.

E voi, in che modo vi rapportate al cibo personalmente e coi vostri bambini?
Nel prossimo articolo, vi parlerò di qual è e perché funziona l’approccio che teniamo a casa nostra a tavola con nostra figlia Valentina.

One thought on ““Questo non lo mangio!” – Come affrontare i capricci a tavola dei bambini

  1. Pingback: educazione alimentare - storie educative per bambini - cibo e emozioni

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 × = nove

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>